Gruppo Attori con Andrew Page

La prima Italiana! @FIRENZE VVV :D

Beh, che dire su questa esperienza… Nonostante il regista inglese Andrew Page non parlasse un’acca di italiano e noi attori/studenti non ci conoscessimo fra di noi, alla fine dei tre giorni di prove, tutto quadrava!

50aca8db6e166_defaultNoi studenti (7 ragazze e 8 ragazzi) facciamo parte dei GBU di Torino, Bologna, Pisa, Firenze, Roma, Napoli. Durante le 6 settimane precedenti alla messa in scena abbiamo avuto il compito di memorizzare tutto l’ordine degli eventi del Vangelo di Marco (Andrew ha diviso il Vangelo in 6 sezioni, dando un titolo a ciascun di esse). Abbiamo formato delle coppie per aiutarci a vicenda nella memorizzazione (anche attraverso Skype!!).
Il giorno venerdì 9 novembre sono iniziate le prove delle prime tre sezioni, fino alle 10 di sera.
Materiale Lorens 299Sabato abbiamo cominciato dalle 9 del mattino fino alle 10:40 di sera!! Addirittura mangiando in piedi la cena e avendo 5 minuti di pausa ogni tanto! Ma la voglia d’imparare e migliorarsi era tanta!
Così domenica abbiamo avuto l’unica prova generale.
Andrew è stato molto paziente con noi durante questi giorni ed ha raccontato di come si commuove e ringrazia Dio ogni volta che vede il Mark Drama in una lingua nuova!

Bene, lunedì all’ora di pranzo, assieme al GBU di Firenze, siamo andati a fare volantinaggio per la serata (che sarebbe stata la Prima!) nelle varie università e nella mensa. Il tempo atmosferico era pessimo e infatti non molti si sono fermati a prendere un invito o a chiedere informazioni.
Ad ogni modo, alle 20:30 c’è stata la prima rappresentazione italiana del Mark Drama!! E’ stato meraviglioso vedere come il Signore ha diretto ognuno di noi e soprattutto lo studente che ha impersonato Gesù (che era quello che ha dovuto memorizzare più di tutti!).
Alla fine della rappresentazione, il pubblico è stato invitato a prendere Bibbie e Vangeli in omaggio.

IMG_0510

Lì, noi tutti, abbiamo avuto occasione di parlare con il pubblico personalmente e chiedere che reazione aveva provocato in loro e che momento li aveva colpiti maggiormente! Essendo la scena così vicina ai loro occhi, molti si sono turbati/commossi durante la Crocifissione o quando Gesù veniva deriso prima di essa.

Alcune spettatrici mi hanno raccontato di non aver mai letto neanche un brano della Bibbia ed è stata una gioia poter parlare con loro così approfonditamente del Vangelo.

Martedì mattina, nel tempo libero, noi studenti siamo andati per una visita culturale per Firenze. Passando per il Ponte Vecchio, abbiamo cominciato a distribuire volantini ed è capitato che dei vigili urbani passassero. Ne abbiamo dato qualcuno anche a loro ma ci hanno ripreso perché, a quanto pare, è contro la legge.
All’ora di pranzo, siamo andati a fare volantinaggio sempre con il GBU di Firenze.
Beh, personalmente non pensavo qualcuno sarebbe venuto e credevo che avremmo fatto meglio a fare un’altra prova generale piuttosto che usare il nostro tempo così!
Ma il Signore ha i suoi metodi per farci ragionare e metterci di fronte alla Sua volontà!
Alle 20:00, mentre eravamo fuori la Chiesa in via della Vigna Vecchia per il volantinaggio, mi sento chiamare perché c’era qualcuno che mi stava cercando…
Un ragazzo, a cui avevo dato un volantino lunedì, era venuto! E aveva portato anche un’amica!!
Che gioia immensa è stato vedere come Dio aveva usato ognuno di noi per i Suoi scopi! Nonostante tutto!
Quindi è iniziata la seconda serata… Ad un tratto, durante la scena del Getsemani, vedo con la coda dell’occhio che anche quei vigili del Ponte Vecchio erano entrati!!
E’ stato commovente osservare come Iddio opera davanti ai nostri occhi e attraverso di noi!!

IMG_0526Come gruppo, abbiamo davvero imparato tanto sia sul Vangelo vero e proprio che sulla persona di Gesù.

Lui ha scelto, come discepoli, uomini semplici come siamo noi tutti oggi e a quel tempo li chiamò per essere i Suoi, mandandoli con la Sua autorità! Ancora oggi, Lui ci chiama e ci manda a essere portatori di questo grande Vangelo. (Marco 6:7-13)

Durante l’entrata a Gerusalemme, dovevamo gioire ed acclamare a gran voce il nostro Salvatore per poi, poco dopo, urlargli contro “Crocifiggilo!” e la nostra derisione.
Personalmente ho anche interpretato Pilato ed è stato realmente sconvolgente perché ero fisicamente colui che mandava Gesù a morire, proprio sulla croce! All’inizio non è stato facile perché ero al centro con Gesù, che mi fissava immobile, mentre tutti gli altri mi incitavano a mandarlo a morte!! Non ce la potevo fare!
Alla fine, mentre Gli chiedevo scusa interiormente, ho fatto ciò che dovevo fare.

Nelle preghiere, vorrei ricordare la necessità di formare dei registi italiani, così che non sia più obbligatoria la presenza di Andrew Page.

Nelle rappresentazioni sono venute, rispettivamente, 100 ed 80 persone circa. Preghiamo per loro e che vengano a conoscere sempre di più l’opera di Gesù Cristo ha fatto! Alleluia!

21 novembre 2012
Rahel Solomon – GBU Bologna